Così è la radio (se vi pare) 2×27 – “La peste motoria” di Dino Buzzati, lettura a cura del Prof. Giuseppe Zanetto

"Così è la radio (se vi pare), Podcast", by: - 26 marzo 2020

Details

E dopo le dieci giornate in cui la cornice del Decameron ci ha fatto da sfondo, anche il Professor Giuseppe Zanetto, ordinario della nostra Università degli Studi di Milano, inaugura il gioco di contagio letterario lanciato da noi di Così è la radio (se vi pare), scegliendo uno dei testi della raccolta buzzatiana dei Sessanta racconti (1958): La peste motoria.

… Se un giorno non fossero più gli esseri umani ad essere contagiati, ma, d’improvviso, insospettabili e bellissime autovetture dal motore ruggente iniziassero a tossire violentemente come i peggiori appestati? Be’, allora nemmeno le Rolls Royce più in vista alla società sfuggirebbero al tetro e sudicio Lazzaretto (…’ a livella, diceva il nostro Totò) né voi, prigionieri dentro le vostre rispettabili dimore, osereste contraddire la nuova Verità trasmessa dalla nera Peste, cioè che: IO SONO COLEI CHE MI SI CREDE!
Buon ascolto da Benedetta Buttarelli, Alice Mosca e Ludovica Ferraro.

Il Professor Zanetto è docente ordinario presso il Dipartimento di Studi letterari, filologici e linguistici dell’Università degli Studi di Milano, dove insegna Lingua e letteratura greca e dove, fra gli altri corsi, ne tiene uno di Letteratura teatrale della Grecia antica.

Il racconto de La peste motoria fu pubblicato per la prima volta nel numero del 9 dicembre 1956 del Corriere della Sera e fu successivamente incluso nella raccolta dei Sessanta racconti del 1958. E’ un racconto, questo, in cui il realismo magico buzzatiano approda a una palinodia degli episodi manzoniani della peste e che non manca di tingersi di connotati… inquietanti.

Canzoni:

Bravi Ragazzi – Edoardo Bennato

Xylophonies (Chalosse Remix) – Marc Chalosse, Antonin Artaud

La balilla – Giorgio Gaber

Comments

Commenta su Facebook

Tags